Formazione genitori docenti comunità

INTRODUZIONE ALLA CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE AMBIENTALE DEL 5B

Con la classe del 5B, nelle ore di compresenza tra Scienze e Scienze Motorie, abbiamo affrontato alcune tematiche ambientali, come ad esempio il riscaldamento globale e gli effetti di quest’ultimo sull’ambiente e sulla salute umana. Abbiamo anche riflettuto sull’importanza di documentarsi sulle fonti e i dati scientifici disponibili in rete – e di analizzarli con spirito critico – per poter affrontare il dibattito sul clima in corso nella nostra società.

In seguito a queste attività, abbiamo chiesto ai ragazzi e alle ragazze della classe di realizzare, come parte di una campagna pubblicitaria di sensibilizzazione su ambiente e clima, una visual storytelling (storia visuale nella forma di un video) o un poster pubblicitario da divulgare nella comunità (a partire dalla scuola), per far riflettere ogni cittadino su queste tematiche.

I posters e i video che trovate in questa sezione sono dunque un messaggio lanciato a tutta la comunità: un messaggio che vuole innanzitutto arrivare alle nostre “emozioni”, per sottolineare la necessità di prendere coscienza degli effetti dell’uomo sull’ambiente.

Ma è un messaggio costruito anche a partire da dati scientifici sui quali gli studenti si sono documentati e informati. Questo per ricordare che senza un percorso attivo di documentazione e informazione rischiamo di rimanere soggetti “passivi” che hanno soltanto “opinioni” sulle problematiche ambientale; ognuno di noi deve invece trasformarsi in un soggetto “attivo”, informato, e propositivo. Ogni sfida “globale” si vince infatti partendo dalle scelte di ogni singolo individuo.

Per realizzare questo poster ho usato un sito che si chiama Designcap che mi ha permesso di inserire diverse immagini e di sovrapporle tra di loro. Per realizzarlo sono partita da alcuni dati dell’Istituto Superiore di Sanità secondo cui le fonti principali di inquinamento sono le auto (dalle quali provengono la maggior parte delle emissioni di azoto) e le industrie. Ho scelto l’immagine di un pianeta per metà infuocato sul quale punta una pistola dalla quale invece di proiettili fuoriesce un’auto. L’obiettivo di questa “pubblicità progresso” è dunque quello di mostrare quali sono le cause principali che condurranno il pianeta alla rovina mostrando però che ognuno di noi può scegliere di cambiare, può scegliere di “non premere il grilletto”.

Per realizzare il poster pubblicitario ho fatto alcune ricerche su internet:

  • Nell’UE l’inquinamento atmosferico, ogni anno, provoca circa 400 000 decessi prematuri, con gravi costi sociali ed economici. L’OMS ha stimato che nel 2010 l’inquinamento atmosferico in Europa è costato in termini di morti premature e di malattie circa 1.600 miliardi di dollari, cifra quasi equivalente ad un decimo del prodotto interno lordo dell’UE nel 2013 (Ministero della salute).
  • Le proiezioni climatiche mostrano che entro la fine di questo secolo la temperatura globale superficiale del nostro pianeta probabilmente raggiungerà 1.5°C oltre il livello del periodo 1850 – 1900 (IPCC focal point for Italy).

Ho pensato di realizzare un poster inserendo un’immagine come sfondo per poi scrivere delle frasi che fossero d’effetto per il lettore. Per quanto riguarda, invece, il titolo è una citazione di Franklin Delano Roosevelt che a mio avviso rappresenta in modo efficace la situazione che stiamo affrontando in questo momento.